Presepe  Artistico  Poliscenico  di  Salice  Salentino  Italia

  S. S. Giovanni Paolo II  

  XIV   SCENARIO 

PRESENTAZIONE   DEL BAMBIN GESU'   AL TEMPIO

Aggiornato al 29 Marzo 2017

(Gerusalemme, Giudea,  anno 5 a. C.  749 ab urbe condita)

Dal Vangelo secondo Luca (2, 22-38).

Venne  poi  per  la  madre  e  per  il  bambino  il  momento della  loro  purificazione, com'è stabilito dalla legge di Mosè. I genitori allora portarono il bambino a Gerusalemme per presentarlo al Signore.       Sta scritto infatti nella legge del Signore: Ogni maschio primogenito appartiene al Signore.    Essi offrirono anche il sacrificio stabilito dalla legge del Signore: un paio di tortore  o  due giovani colombi.

Simeone (). Un uomo retto e pieno di fede in Dio ().   Lo Spirito Santo era con lui e gli aveva rivelato che non sarebbe morto prima di aver veduto il Messia ().   Egli prese il bambino tra le braccia e ringraziò Dio () Anche la profetessa Anna , molto anziana (). Si mise a ringraziare il Signore,   parlando del bambino a tutti quelli che aspettavano la liberazione di Gerusalemme. ().

Ambientazione  Scenica

Tempio di Gerusalemme, davanti al Santuario.  Maria porge delle monete   nell'offertorio; Giuseppe ha in mano una gabbietta con due tortore; il vecchio sacerdote Simeone ha tra le braccia il Bambin Gesù  in atto di   presentazione  al Santo dei Santi;   l'anziana profetessa Anna è in giubilo davanti al Signore.   Altri personaggi visibili in diverse parti del Tempio: una guardia ebrea alla Tesoreria; un sacerdote incensa l'Arca;   un'anziana  suona la lira; un Sacerdote   sull'Altare degli Olocausti   sacrifica l'agnello;  una guardia ebrea suona lo Shofar,   il corno sacro,   sul Pinnacolo   dell'edificio   più alto  del Tempio;   all'interno del Sanctus è visibile la Menorah, il candelabro a 7 bracci; i mosaici raffiguranti   i fiori sacri del melograno, anch'essi visibili in tante parti del tempio; lo scrigno con lo Shofar d'oro; la pentolina  d'argento  contenente  la Manna   dell'esodo;   il vaso  con  i cedri  del Libano; i grappoli d'uva sacri, infine i pani di Proposizione.

(Vedi anche XIII Episodio dell'Infanzia.)

Galleria Fotografica

San Giuseppe offre le due colombelle.

Sacerdote incensa l'Arca dell'Alleanza.

Sacerdote sacrifica un agnello primogenito.

Il falò dell'Altare degli Olocausti.

L'altare degli Olocausti.

Il Santuario.

Maria e l'obolo.

Il ponticello dell'obolo.

L'offertorio.

L'Altare dei Profumi.

L'Altare dei Profumi.

Santuario, veduta laterale sinistra.

Veduta laterale sinistra del Santuario.

La profetessa Anna.

La profetessa Anna.

La profetessa Anna e il mosaico.

La profetessa Anna.

La Menorah.

Simeone e il Bambin Gesù.

Il Bambin Gesù.

La profetessa Anna.

Anziana suonatrice di Lira.

Sacerdote incensa l'Arca.

I 10 Comandamenti.

L'Arca dell'Alleanza.

Simeone e il Bambin Gesù.

La Balaustra.

La Balaustra.

La Pentolina con la Manna dell'Esodo.

Lo scrigno con lo Shofar d'oro.

I Melograni d'oro.

Il trono mobile.

I Pani della Proposizione.

I Pani della Proposizione.

L'offertorio.

La Vergine Maria depone l'Obolo.

La Torre del Santo dei Santi.

L'Altare degli Olocausti.

L'Agnello Primogenito sacrificato.

Santuario, Facciata laterale destra.

La Facciata del Santuario.

Cherubino del Pinnacolo del Tempio.

Volto del sacerdote levita che suona lo Shofar.

Sacerdote Levita suona lo Shofar sul Pinnacolo del Tempio.

Volto della guardia giudaica alla Tesoreria.

La Tesoreria. Interno.

Un cancello della Tesoreria.

Lo scrigno sacro con lo Shofar d'oro.

Sacerdote Levita sacrifica l'agnello.

Volto di Giuseppe.

Volto del Gran Sacerdote che incensa l'Arca.

Arca dell'Alleanza ed i 10 Comandamenti

I Cherubini dell'Arca dell'Alleanza.

La Menorah e i Mosaici (Fiori di Melograno).

Simeone e il Bambin Gesù.

S. Giuseppe e Simeone.

Giuseppe offre le due tortorelle al Signore.

Simeone e il Bambin Gesù.

Il Bambin Gesù.

Il Santo Volto di Maria.

L'offertorio.

Il Santo volto di Maria.

Volto della Profetessa Anna.

Volto di Anziana che suona la Lira.

XIV   SCENARIO AGGIUNTO

IL CARRO DEGLI AGNELLI PRIMOGENITI

GERUSALEMME 6 - 5 A.C. * 748 -749 A.U.C.   (DAL LIBRO DELL' ESODO)

 1. IL SIGNORE DISSE A MOSÈ: 2. « CONSACRAMI OGNI PRIMOGENITO, IL PRIMO PARTO DI OGNI MADRE TRA GLI ISRAELITI DI UOMINI O DI ANIMALI: ESSO APPARTIENE A ME ». 8. IN QUEL GIORNO TU ISTRUIRAI TUO FIGLIO: È A CAUSA DI QUANTO HA FATTO IL SIGNORE PER ME, QUANDO SONO USCITO DALL'EGITTO. 11. QUANDO IL SIGNORE TI AVRA' FATTO ENTRARE NEL PAESE DEL CANANEO, COME HA GIURATO A TE E AI TUOI PADRI, E TE LO AVRÀ DATO IN POSSESSO, 12. TU RISERVERAI PER IL SIGNORE OGNI PRIMOGENITO DEL SENO MATERNO; OGNI PRIMO PARTO DEL BESTIAME, SE DI SESSO MASCHILE, APPARTIENE AL SIGNORE.

Il vecchio trasportatore degli agnelli primogeniti.

Gli Agnelli Primogeniti.